venerdì 20 ottobre 2017

I libri di Margherita: Va' dove ti porta il cuore


VA’ DOVE TI PORTA IL CUORE

DATI EDITORIALI
Titolo: Va’ dove ti porta il cuore
Autore: Susanna Tamaro
Casa Editrice: Bompiani
Numero di pagine: 185
GENERE DEL LIBRO
Romanzo epistolare, diario.
LUOGHI DELLA STORIA
Nel 1992: Italia, Trieste, villetta di Olga, giardino, ospedale.
Negli anni prima e dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale: villa della famiglia di Olga, scuola femminile delle suore, chiese, Abruzzo, L’Aquila, casa di Olga ed Augusto, corridoi, stanze, città, sentieri fra le montagne, boschi, Trieste, Porretta, treno, camera d’albergo, sala da pranzo, bosco, macchina, terrazza, Ferrara, studio di Ernesto e altri luoghi minori. 
TEMPO DELLA STORIA
La trama scorre in due tempi diversi.
In primis tutta la vita di Olga e il suo passato, quindi più o meno del 1913 al 1992.
Secondo, il “presente” (siamo nel 1992, quindi per noi è già passato ma lì sarebbe presente), il periodo di più o meno due mesi in cui Olga scrive il suo diario per la nipote.   
PERSONAGGI PRINCIPALI
Olga, nipote lontana (non si conosce il nome), Ilaria, Augusto, Ernesto, Buck, padre e madre di Olga, suore della scuola per ragazze, medico dell’ospedale e altri personaggi minori.

TRAMA
Olga è molto anziana.
Nella sua vita ha sofferto e gioito molto, ma ora sta finendo tutto.
E’ vecchia, ha appena avuto un ictus: sa che di lì a poco morirà.
L’adorata nipote che ha cresciuto come fosse una figlia dopo la morte della madre della piccola ha appena finito il liceo ed è ora lontana, per un anno di studio in America. Si sono promesse di non scriversi neanche una lettera durante l’intero anno. Ma ora Olga sta morendo. Tuttavia non vuole far ritornare la nipote degli USA solo per lei e neppure vuole, però, che una volta tornata la nipote sappia da qualcun altro che la nonna è venuta a mancare. Per questo, Olga trova un compromesso: comincia a scrivere una specie di diario in cui annota tutta la propria vita, tutto quello che la nipote non ha mai saputo, in modo che quando la ragazza tornerà, avrà traccia della nonna.
Finendo il suo racconto, Olga tornando al presente esprime la morale di ciò che vuole trasmettere alla nipote: segui le tue emozioni, sempre.
Va’ dove ti porta il cuore.
COMMENTO PERSONALE
Questo libro è abbastanza piacevole.
Va’ dove ti porta il cuore ha avuto un successo strepitoso e ha venduto un numero di copie da capogiro, ma a me, sinceramente, non è sembrato così meraviglioso come lo descrivono.
E’ un libro più o meno normale, non so esattamente quanto e se mi sia piaciuto.
Non è particolarmente incisivo e non mi è piaciuta l'introduzione dell'autrice.
Non mi ha lasciato niente dentro, rispetto anche a libri molto meno famosi di questo.
Insomma: mi aspettavo di più.

Con questo post partecipo al  "Venerdì del libro" di "HomeMadeMamma".

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...