venerdì 30 giugno 2017

I libri di Margherita: Vacanze all'Isola dei Gabbiani

Oggi vi parlo di un classico per l'infanzia molto piacevole.

VACANZE ALL’ISOLA DEI GABBIANI

DATI EDITORIALI
Titolo:  Vacanze all’Isola dei Gabbiani
Autore: Astrid Lindgreen
Casa Editrice: Salani Gl’istrici
Numero di pagine: 272
GENERE DEL LIBRO
Romanzo.
LUOGHI DELLA STORIA
Svezia, arcipelago, Isola dei Gabbiani, Vecchia Falegnameria, pozzo, emporio di Nisse, casa di Marta e Nisse, bosco, barca, canotto, Isola Grande, Isola del Pesce, casa e pascoli di nonno Soderman, Stoccolma, traghetto, Baia del Silenzio, capanna, scuderie e altri luoghi minori.

TEMPO DELLA STORIA
Un anno circa.

PERSONAGGI PRINCIPALI
Melker Melkerson, Karin, Pelle, Melina, Nostromo, Stina, Johan, Niklas, Teodora Teddy, Frederika Freddy, Nisse, Marta, Kristian, Mosè, nonno Soderman, Adele, papà di Adele e altri personaggi minori.

TRAMA
La famiglia svedese dei Melkerson è molto particolare e variegata: è composta da papà Melker, un uomo di mezza età buono, maldestro, impacciato ma tenace; la bellissima sorella maggiore diciannovenne Karin, dolce, amorevole e premurosa, centro di assidui corteggiamenti e “supplente” della madre che è morta; Jahan e Niklas, due fratelli di dodici e tredici anni vivaci e avventurieri, e il piccolo, dolce, sensibile Pelle, un adorabile bambino di sette anni dall’inguaribile buonumore, che da sempre ama ogni sorta di animale.
Un’estate, i Melkerson decidono di trascorrere le vacanze estive sull’Isola dei Gabbiani, l’isola più estrema dell’arcipelago svedese.
Quando arrivano, inizialmente vengono guardati con sospetto dagli abitanti, abituati ai turisti che si atteggiano da isolani esperti mentre invece hanno paura dell’acqua, ma infine si affezionano a questa stramba e divertente famiglia.
Durante l’estate, Pelle fa la conoscenza di Melina, una bambina simpatica ma imperativa che possiede Nostromo, un enorme e fedele San Bernardo alla quale è più affezionata di ogni altra cosa, e di Stina, una bimba di cinque anni che litiga spesso con Melina.
Melina ha due sorelle, Teodora detta Teddy e Frederika detta Freddy, che diventano inseparabili “amiche di esplorazione” di Johan e Niklas.
I genitori di Melina, Teddy e Freddy sono invece Marta e Nisse, due brave e gentili persone che gestiscono l’emporio dell’Isola e che si affezionano molto a Melker e la sua famiglia.
Lentamente, Melker, Karin, Johan, Niklas e Pelle si innamoreranno dell’Isola dei Gabbiani, della natura incontaminata, della baia, e soprattutto della Vecchia Falegnameria, la casa sgangherata ma speciale e accogliente in cui vivono.
E così comincia l’allegro e divertente intrecciarsi delle buffe o tragiche vicende della famiglia Melkerson, fra conigli grassottelli, foche affettuose, grossi cani fedeli, primi amori, tuffi nel mare, feste finite male, giri in barca, tempeste, pianti, risate e tanto buonumore, in un caleidoscopio di giocosità e lacrime unico...

COMMENTO PERSONALE
Questo libro mi è piaciuto.
E’ divertente, simpatico, eppure anche tragico e strappalacrime in alcune scene.
Ma non è un libro triste, davvero, anzi.
La protagonista è Karin, con i suoi capelli biondi e gli occhi verdi, e il diario che tiene con la cronaca dei giorni sull’Isola dei Gabbiani.
E’ un libro più per bambini che per teenager, direi, infatti a me è piaciuto ma ero al limite massimo per poterlo apprezzare.
Direi che come età forse sia più adatto per bambini di 9/11 anni.
Comunque è davvero carino e l’autrice è inoltre molto nota, avendo scritto anche il celebre “Pippi Calzelunghe”.



Con questo post partecipo al  "Venerdì del libro" di "HomeMadeMamma".

lunedì 26 giugno 2017

Cena Emilia Romagna


Eccoci alla cena a tema "Emilia Romagna". Trattandosi della nostra regione, questa era la cena forse più attesa dai miei ragazzi, quella su cui, per lo meno, ognuno di loro aveva uno o più "cavalli di battaglia" che aveva intenzione di preparare e che si è in effetti divertito a cucinare.
Nella scelta delle portate che avrebbero composto il nostro menù siamo stati quindi tutti nella tradizione, cercando di toccare le diverse province in un viaggio gastronomico attraverso la regione.





Eccovi i vari passo-passo delle diverse preparazioni.

TORTELLINI 


BRODO 


TAGLIATELLE 


RAGÙ


PIADINA ROMAGNOLA


TIGELLE MODENESI



CRESCENTINE – GNOCCHINI FRITTI



PROSCIUTTO CRUDO DI PARMA, MORTADELLA 
GRANA PADANO
Ovviamente questi prodotti sono stati acquistati poche ore prima della cena, facendo la spesa tutti insieme.


CIAMBELLA DURA


RAVIOLE CON MOSTARDA BOLOGNESE


ZUPPA INGLESE


Abbiamo apparecchiato la tavola con una tovaglia color rosa pesca/salmone che richiamasse i salumi tipici del nostro territorio (in particolare la mortadella) ed il colore caratteristico di case e tetti, tra il rosa, il rosso e l'arancione.
La tinta era, però, così intonata al cibo, da farlo risaltare poco, nelle nostre foto.

La cena è servita!

 8 GIUGNO 2017
CENA EMILIA ROMAGNA



TORTELLINI IN BRODO



TORTELLINI ALLA PANNA



TAGLIATELLE AL RAGÙ



PIADINA ROMAGNOLA



TIGELLE MODENESI




CRESCENTINE – GNOCCHINI FRITTI


PROSCIUTTO CRUDO DI PARMA e MORTADELLA



GRANA PADANO


CIAMBELLA DURA


RAVIOLE CON MOSTARDA BOLOGNESE


ZUPPA INGLESE




BUON APPETITO!!!🍲🍝😋




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...